loader

age-check-logo-new

Hai l’età per bere legalmente bevande alcoliche?

No Si

Gea Casolaro. La fotografia in movimento

Il suo sguardo sul mondo non si ferma un attimo. Il suo occhio è sempre aperto a tutte le suggestioni che ispirano l’arte, la vita quotidiana, la natura, il fluire del tempo. Anche per questo ha lasciato l’Italia per Parigi dove vive e lavora. Il posto di un artista è dove abita la sua ispirazione.

Condividi

ESISTERE OPPURE RESISTERE

Questa installazione, concepita per il Museo Aratoi in Nuova Zelanda, racconta di un dialogo tra l’immagine satellitare del museo stesso e le immagini di tutte le piante spontanee trovate da Gea Casolaro camminando intorno all’isolato. Un piccolo inno alle forme di resistenza della natura (ma il discorso potrebbe valere anche per la condizione umana) a tutti i tentativi di essere dominata. E forse, un invito a riflettere sui diversi gradi di percezione che abbiamo per tutto quello che ci sta intorno.

PARIGI VAL BENE UNA MOSTRA

Le dichiarazioni d’amore si possono fare in molti modi. Gea ne ha dedicata una alla Ville Lumiere che si rivolge al pubblico in oltre cento fotografie. Accanto ad esse, c’è la riproduzione parziale dello studio parigino dell’artista, un luogo di decantazione e fusione delle immagini, dei sogni e delle memorie della città. Ma “Still Here” (questo è il titolo della mostra) è anche una sorta di introspezione dell’artista sul concetto di appartenenza, sul come sia possibile radicarsi in un luogo che non si conosce e in cui non si ha un’esperienza storica personale.

Condividi