Salta al contenuto principale
TIMELESS - 02. EDMMARO

TIMELESS - 02. EDMMARO

FARAONI, SFINGI E MASH UP IPERCONTEMPORANEI

Credimi: mi sono sentito veramente in soggezione!”: è divertente sentirlo, perché a parlare così è uno dei più irriverenti producer italiani di musica elettronica, l’uomo che coi suoi mash up affilatissimi mette insieme il pop italiano più nazionalpopolare con sventagliate electro o dubstep o techno o (…aggiungete un genere iper-futuristico a vostra scelta); il tutto con una naturalezza quasi irreale, un sense of humour notevole e, soprattutto, con uno spessore musicale davvero di alto livello. Emerge dalla scena EDM – lo dichiara da solo nella scelta del nome d’arte: EDMMARO – ma di questa scena da un lato ne prende i canoni, dall’altro però li stravolge e li evolve in maniera assolutamente geniale, spessissimo con dei sottotesti e giochi ironici che è meraviglioso saper cogliere se sei un appassionato della scena e ne conosci i pregi e i difetti. Ma, al tempo stesso, la sua musica puoi anche prenderla “così com’è”, senza cercare significati sofisticati, e divertirti tanto, divertirti tantissimo.

  • TIMELESS

Non è un caso che EDMMARO sia un idolo assoluto di Nameless Music Festival, da anni. Un idolo nato sul semplice passaparola e sull’esplosività dei suoi set che, edizione dopo edizione, si sono guadagnati a furor di popolo slot sempre più centrali, da peak time del festival. Perché davvero: se sei lì per divertirti, ti diverti come un pazzo. Se sei lì e hai invece voglia di andare oltre il divertimento, i rimandi, le citazioni, gli stravolgimenti sono fantastici. E sono unici nella scena. Insomma: alla ricerca delle bellezze e delle eccellenze italiane, nel viaggio congiunto di Molinari e Nameless, EDMMARO aveva un posto assicurato, non poteva non esserci. Però appunto, è divertente: l’abbiamo messo in soggezione. Ci siamo riusciti. E siamo riusciti pure a sorprenderlo: “Non avrei mai, mai, mai e poi mai pensato di poter arrivare a suonare in un posto così incredibile”.

  • TIMELESS

Del resto questa è la magia voluta e cercata da Timeless. Creare cortocircuiti virtuosi. Valorizzare eccellenze, mescolando quelle storiche, consolidate e iconiche con quelle emergenti, atipiche, innovative. In maniera inedita. Dj/producer della musica più attuale, contemporanea e immaginifica che suonano in location dal valore incredibile, dal valore – appunto – senza tempo.

Timeless. Torino, seconda tappa dopo la magica partenza sul Lago di Como, a Varenna, ci ha portato nella suggestione senza fine del Museo Egizio. Non c’è bisogno di troppe presentazioni: una delle istituzioni museali più importanti al mondo. Uno scrigno incredibile di storia e cultura. È lì che si è trovato catapultato EDMMARO: “Suonare la mia musica accanto a due sfingi autentiche, con dietro la statua di un faraone… ancora adesso se ci penso non ci credo. È di sicuro il posto più incredibile dove mi sia esibito finora! Un posto dove senti davvero tanto il peso della cultura. Ho fatto del mio meglio per provare a onorarlo. Ho ‘aggiustato’ il mio set, ho messo rimandi a suoni e soluzioni che di solito non uso, proprio per provare a evocare la ricchezza di civiltà che mi circondava”. Ma senza rinunciare ad essere se stesso: “Chiaro, i mash up non sono mancati! Tipo quello costruito attorno a ‘Kobra’ della Rettore, tanto per stare in tema di iconografia egizia…”.

  • TIMELESS

Un evento speciale, in un posto speciale, ma anche in un periodo particolare. “Non me la sono vissuta benissimo questa cosa del lockdown, lo ammetto. Mi è mancato moltissimo poter socializzare con le persone. In generale, a stare chiuso in casa in qualche maniera un po’ mi spengo, mi vengono a mancare stimoli. Questo di Timeless è stato il mio primo set in assoluto dopo la lunga pausa forzata: prepararlo mi ha dato veramente una serie infinita di stimoli ed emozioni, considerando appunto quanto era fuori dall’ordinario e in quale luogo pazzesco andava a planare”. Un luogo che è un assoluto orgoglio per l’Italia e per chiunque ami assaporare, “sentire” e studiare la ricchezza delle civiltà, l’evoluzione delle nostre culture. Se Timeless è un viaggio alla ricerca dei luoghi più preziosi, importanti e delle culture più vive, il secondo episodio ha messo in campo energie fortissime. Energie da felice, felicissima “…soggezione”.

Ti potrebbe interessare:

TIMELESS - 07. ANFISA LETYAGO

TIMELESS - 07. ANFISA LETYAGO

Condividi